Südtiroler Privatvermieter
Trova alloggio
 
loader

07/12/2015

Una saporita delizia natalizia: il pane di Natale dell'Alto Adige

40-keksln-bb
Quando gli alberi hanno smesso di perdere tutte le loro variopinte foglie autunnali, quando la neve si estende, fiocco dopo fiocco, dalla cima delle montagne fino in valle e quando tornando a casa si è subito accolti dal profumo di cannella e di agrumi e dagli aromi del pan pepato, allora è arrivato il loro momento! I biscotti di Natale, chiamati amorevolmente „Keksln“ in tedesco, si apprestano a conquistare il territorio! E in un attimo si fanno strada per arrivare ai nostri palati e ai nostri cuori.

Classica tentazione

I classici quali gli occhi di bue, i cornetti alla vaniglia, il pan pepato e gli amaretti al cocco fanno venire l'acquolina in bocca al solo pensiero. Se a questi si aggiungono biscottini ripieni di cioccolato quali i quadrotti al torrone o i cornetti alle arance, è praticamente impossibile uscire da questo turbine di gusto! Quando i biscotti sono fatti a mano, inoltre, nell'impasto si mescolano anche passione e amore. Impastare i biscotti ascoltando in sottofondo le soavi canzoni di Natale fa scordare ogni preoccupazione.

Un pane succulento, fatto con il cuore

Passando in rassegna i biscotti nei vari panifici dell'Alto Adige, tra le bombe caloriche a pezzettini, ci si imbatte anche nel tradizionale e saporito pane di Natale. Mele, fichi, uvetta e noci vengono impastate insieme con cura fino a creare una pasta per il pane aggiustata in seguito, a seconda dei gusti personali, con spezie a piacimento. Come va cucinato esattamente è per molti un segreto ben custodito, come accade spesso con le ricette di famiglia, tramandate da generazione in generazione fino a ottenere la perfezione! Hans Maschler, proprietario degli appartamenti vacanza Auhaus a Martello, ha spezzato una lancia in nostro favore e ci ha svelato la ricetta per questo pane squisito. Nel farlo ha iniziato a sognare un po' ad occhi aperti, ricordando i Natali della sua infanzia, le escursioni con le lanterne attraverso la neve per assistere alla santa messa e anche la gioia di tornare in una calda e accogliente Stube. L'incontro con la famiglia per festeggiare insieme, il pane, lo „Zelten“ e ovviamente i biscottini non possono che essere indelebili immagini della sua infanzia.

Pane di Natale con frutta secca

Far macerare per una notte 750 gr di mele grattugiate
in 250 gr di zucchero
1 cucchiaio di cacao (non cioccolato in polvere)
1 cucchiaio di rum
aggiungendo cannella+ polvere di chiodi di garofano + spezie per pan pepato a piacimento

e mescolare il tutto con

150 gr di noci (macinate non troppo finemente)
125 gr di fichi
125 gr di uvetta
500 gr di farina
1 ½ lievito in polvere

Riempire poi uno stampo a cassetta, foderata con carta da forno, con l'impasto e cuocere a 140-160 gradi per 1 ½ ore.
Un periodo di quiete e contemplazione, in cui sentire intensamente l'amore per la famiglia, questo ci augura Hans. E tanto divertimento nella preparazione del pane di Natale!