Südtiroler Privatvermieter
Trova alloggio
 
loader

03/09/2015

Dolce è l'autunno fatto in casa! Una specialità sudtirolese: lo strudel di mele

strudelrezept-foto-001
Frutto croccante di color rosso lacca, dolce in luccicante veste dorata oppure succoso e splendidamente verde: la mela non è semplicemente un frutto dell’Alto Adige. È passione, fonte di gioia e anche sostentamento della famiglia. Inoltre è anche sana e, trasformata in strudel, un dolce delizioso. Quindi andiamo a scovare i segreti di questo dessert saporito - con una buona ricetta da provare.

Il vero succo della mela

Il melo, in Alto Adige, si sente a suo agio. Quindi cresce in condizioni ideali consentendo alle varie qualità di sviluppare tutto il loro sapore nel clima alternante alpino e mediterraneo. Con profitto e frutti: 11 sono le qualità che possono fregiarsi del titolo „Alto Adige IGP“ e che sono quindi riconosciute come specialità regionali. Ciò costituisce ovviamente motivo di orgoglio per gli altoatesini. Inoltre ogni qualità vanta un sapore unico e tuttavia tutte hanno una cosa in comune: sono buone. Tanto buone da perdonare i rallentamenti al traffico che causano i trattori nel periodo di raccolta. :-)

Solo i migliori ingredienti vanno bene per le migliori ricette

Motivo sufficiente per ispirare la cucina locale a dare origine a varie ricette. Ma il tradizionale strudel di mele rimane il favorito da grandi e piccoli, anche se lo si trova in diverse varianti. Si possono usare sia una pasta sfoglia che una pasta alla ricotta oppure una pasta tirata per dare alle mele un involucro gustoso. Tuttavia in Alto Adige è più diffusa la pasta frolla. Raffinando il ripieno con pinoli e uva sultanina - chi odia quest’ultima può anche ometterla - e condendolo con amore durante la cottura si ottiene la tradizionale delizia del palato.

Tantissimi affittacamere dell’Alto Adige sono avvezzi all’uso dei forni, così anche Waltraud Runggaldier della casa Appartaments Toni che ci ha fornito la sua ricetta. Così potete realizzare a casa una specialità conosciuta durante le vacanze. Quindi via ai fornelli per gustarvi un po’ di sapore di Sudtirolo!

Per la pasta frolla:

100 g zucchero
125 g burro
250 g farina
1 uovo
1 zucchero vanigliato
Scorza di limone grattugiata
Mezza bustina di lievito per dolci


Amalgamare bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere una bella pasta frolla. Se l´impasto dovesse risultare troppo asciutto aggiungere un po 'di panna, se appiccicoso, un po di farina.

Per il ripieno di mele:

500 g-600 g Golden Delicius, da tagliare a fettine
60 g Zucchero
60 g pan grattato da abbrustolire col burro
25 g pinoli
50 g uvetta
Zucchero vanigliato
Cannella in polvere
Scorza di limone grattugiata
Un po’ di rum
1 uovo sbattuto

Tagliare le mele a fettine e mescolare con lo zucchero, il pan grattato, l’uva sultanina, i pinoli, il rum, lo zucchero vanigliato, la cannella e la scorza di limone. Preriscaldare il forno
Stendere l'impasto sul piano infarinato e disporlo su una teglia con carta forno. Disporre le mele sulla pasta in centro e avvolgerle in modo da formare uno “Strudel”. Spennellare lo strudel con l'uovo sbattuto, decorare con la pasta avanzata e infornare Spolverare con zucchero a velo e servire con della panna fresca.

Temperatura di cottura: 180°
Tempo di cottura: 35 minuti circa.