help Qui trova le sue risposte!
help Domande frequenti
Ottiene la risposta giusta nell'area FAQ
help
Südtiroler Privatvermieter
titelbild-sabinetagebuch
About me
Ciao! Mi chiamo Sabine, da quattro anni sono la responsabile Marketing e Social Media di südtirol privat. I miei colleghi dicono che sono una fan sfegatata dell’Alto Adige, aperta, allegra ed intraprendente. Questa descrizione mi calza davvero a pennello! Mi piace moltissimo stare all’aria aperta, adoro sciare sulle piste e passeggiare lungo i sentieri. Quando mi addentro nella natura porto sempre con me la mia fedele compagna di avventure: la mia macchina fotografica! Condividere con voi le sensazioni che l’Alto Adige mi trasmette, le mie esperienze più straordinarie e i miei scatti più belli mi riempie il cuore di gioia! Nella rubrica "Sabine on Tour" trovate i miei racconti! Cosa mi piace di più della mia terra? Il sorgere del sole e i tramonti in montagna. E a voi cosa affascina di più? Venite con me nel mio viaggio attraverso lo splendido paesaggio dell’Alto Adige!
loader
Sin da piccola la nostra Sabine è rimasta ammaliata dalla magica bellezza delle Dolomiti. Un’ammirazione che culmina nel fascino dei candidi giganti del Gruppo delle Odle, vere e proprie gemme della Val di Funes, luogo di miti e leggende.

A un passo dal cielo: il Gruppo delle Odle
Cresta montuosa che separa la Val di Funes a nord e la Val Gardena a sud, la sua etimologia sembra ricondursi al termine ladino “odles”, “aghi”, chiaro e azzeccato riferimento agli aguzzi pinnacoli rocciosi che si elevano imponenti al cielo. Dichiarata nel 2009 Patrimonio Naturale UNESCO, dal 1978 la catena costituisce, insieme al Gruppo del Puez, il Parco Naturale Puez-Odle. La vetta più alta del gruppo è il Sass Rigais che raggiunge i 3.025 metri di altezza.

Toccare il cielo con un dito
Avete presente quell’inebriante senso di libertà e leggerezza che solo la montagna sa regalare? Chi trascorre le proprie vacanze tra le cime del Gruppo delle Odle, potrà viverne la vera essenza! Il famoso sentiero Adolf Munkel, infatti, è imperdibile per chi sogna di toccare il cielo con un dito… nell’incredibile cornice di uno scenario montano mozzafiato. Il percorso parte dal sentiero n. 35 a Zannes e conduce prima a Malga Casnago e, infine, alla malga Geisler. Successivamente si procede lungo il sentiero n. 36 in direzione di Malga Dussler, per poi ritornare al punto di partenza Zannes. Una piacevole passeggiata di moderata lunghezza, che consente di ammirare da vicino le guglie mozzafiato delle Odle e si annovera (meritatamente!) tra i più bei sentieri escursionistici delle Dolomiti… anzi, dell’intero Alto Adige!

blogbeitrag-geisler-02

Rosso di sera…
…la magia si avvera! Mentre il giorno cede il passo alla sera, la natura inscena uno spettacolo senza pari: un tramonto che infiamma i giganti delle Dolomiti, tingendoli di intense sfumature di rosso… Momenti di puro incanto che si imprimeranno a lungo nei vostri occhi e nel vostro cuore!
Un parco naturale non solo di straordinaria bellezza, ma anche di vitale importanza per il territorio grazie alla ricchezza di sorgenti e una flora estremamente varia e prospera.

blogbeitrag-geisler-03 blogbeitrag-geisler-01

Sulle tracce delle leggende
Prima di cimentarvi nella conquista di queste meravigliose vette, lasciate che vi dia un consiglio, o meglio, un vecchio adagio contadino: “Se le Odle portano un cappello, il tempo sarà bello. Ma se di una sciabola son cinte, dal maltempo saranno avvinte”. Una volta fatto tesoro di questa antica saggezza popolare, niente più vi impedirà di provare il brivido di una travolgente avventura in quota… sempre che non vi imbattiate in una gana. ;-) Chi?! Già, avete letto bene: una gana, affascinante figura dei miti ladini dotata di poteri straordinari. La leggenda narra infatti di un pastore che, molto tempo fa, venne scacciato dai pascoli ai piedi delle Odle e costretto a stabilirsi nella Valle delle Canalette, una terra inospitale e ricoperta di detriti, inadatta al pascolo degli animali. Tuttavia ben presto il pastore si imbatté in una gana che, grazie ai suoi magici poteri, fece sgorgare una sorgente d’acqua rendendo la valle fertile e rigogliosa, perfetta per costruirvi una piccola baita. Da questo momento in poi il pastore poté contare sull’instancabile supporto della gana, almeno fino a quando sposò la figlia di un contadino... la gana non soltanto mise in fuga la malaugurata sposa, ma lanciò una terribile maledizione sull’intera malga: da quel momento, il ghiaione avrebbe riconquistato la vallata, giorno dopo giorno, inesorabilmente.

Per trovare il punto di partenza perfetto per le vostre escursioni (in cui, chissà, forse incontrerete un’affascinante gana?;)) date un’occhiata a questo link. Gli affittacamere privati vi aspettano nel cuore delle Dolomiti!

Un saluto con il cuore,
Sabine
og-blogbeitrag-herbsturlaub
Mostra
4 min.
L’oro altoatesino
Colori sgargianti, un’atmosfera magica, l’aria cristallina e i sapori della cucina locale. In questo articolo Sabine vi svela i motivi per cui non dovreste assolutamente perdervi l’autunno in Alto Adige! 5 motivi che rendono speciale l’autunno in ...
12. agosto 2021 dà Sabine
titelbild-blogbeitrag-wanderungen-im-eisacktal-02
Mostra
2 min.
L’oro sotto i piedi
La passione di Sabine? Le escursioni! Quando l’autunno rifà il trucco al paesaggio con luci e colori suggestivi, la Valle Isarco diventa una meta irresistibile. Sabine ci rivela i percorsi più belli per godersi la stagione in cammino! :-) L’oro ...
15. ottobre 2020 dà Sabine
og-blogbeitrag-fruehlingsgefuehle
Mostra
3 min.
La QUINTessenza della primavera
Svegliatevi dormiglioni! È arrivata la primavera! E con essa una miriade di possibilità per vivere l’Alto Adige in tutto il suo splendore. La nostra Sabine vi svela perché il momento ideale per farlo è proprio quando la natura rinasce! 5 motivi che ...
16. marzo 2021 dà Sabine
Trova l’alloggio ideale
avanti Trova alloggio Buono Buono